Skip to content

Nutrizione

Il cibo come nutrimento e modulatore genetico

Un gesto semplice ed istintivo come placare il proprio appetito è, in realtà, un’azione tutt’altro che scontata. Il cibo è, sì, nutrimento, ma anche un importante modulatore genico. L’espressione genica che risulta dalle nostre scelte alimentari può tanto avere un effetto benefico sul nostro corpo quanto sfociare in una vera e propria patologia. 

Ti capita di svegliarti stanco, di essere colpito da frequenti attacchi di fame, di non sentirti al massimo durante una prestazione sportiva, di non percepire un’immagine appagante di te stesso o soffrire di particolari disturbi quali dislipidemie, sindrome metabolica, cefalee, obesità, disturbi gastrici, PCOS oppure di natura infiammatoria (disbiosi intestinale, malattie autoimmuni: tiroidite, psoriasi, artrite reumatoide.

Se la risposta è sì, per ciascuno di questi casi definiremo insieme i fattori scatenanti. Valuteremo la composizione corporea (% massa grassa e % massa magra, stato di nutrizione e idratazione) e interverremo poi con un percorso nutrizionale personalizzato (nutrizione antinfiammatoria, sportiva, ipo/iper calorica, ecc.) che risolva o migliori la tua condizione psico-fisica, tenendo conto delle tue abitudini, del tuo stile di vita e dei tuoi impegni. Essere guidati verso un approccio consapevole al cibo significa: riappropriarsi di un benessere che preservi un buono stato di salute, ritrovare il proprio equilibrio e salvaguardare il proprio patrimonio genetico.

Prenota online la tua visita o prestazione
con pochi click

Vai ai nostri recapiti per inviarmi una email o contattarci telefonicamente